Rifugio Ernesto Tazzetti (2642 m)

Posti letto totali:
32 distribuiti su 3 camere
Posti letto locale invernale:
6

 

Valle di Viù
Comune di Usseglio - Fons 'd Rumur
+39 0123 756165

CAI Sez. di Torino, in affidamento alla Sottosezione di Chieri 
Via Vittorio Emanuele, 76 - 10023, Chieri (TO)
Tel. +39-0119425276, +39-3485293881, +39-011539260
Sito internet: www.caichieri.it oppure www.caitorino.it
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito internet: www.rifugiotazzetti.it
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel. +39 334 9300918

    Defilippi Luigino
Tel. +39 338 7578910
Collocazione ambientale:
La conca Fons 'd Rumur, dove è ubicato il rifugio, si trova alla testata della Valle di Viù e presenta la tipica morfologia di una conca di origine glaciale con al centro un laghetto. Pareti ripide e talora verticali disposte ad anfiteatro contornano la conca e tra esse spicca la parete est del Rocciamelone.
Note storiche:
Il rifugio, il cui nome storico è "Rifugio Fons 'd Rumur al Rocciamelone", fu costruito nel 1911 dalla Sezione di Torino del CAI. Nel 1933 cambiò denominazione venendo ad essere intitolato a Ernesto Tazzetti, alpinista deceduto nel 1927 sulla Torre d'Ovarda e la cui famiglia contribuì all'ampliamento della struttura con la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica destinato ad accogliere la cucina e il dormitorio per il custode e una latrina in esterno.
Nel 1939 il rifugio subì un notevole ampliamento grazie ai lavori previsti nell'ambito del "Piano quadriennale Alpi Occidentali" del CAI. Il progetto di tali lavori fu affidato all'Ing. Guido Apollonio.
Ricevuta la gestione del rifugio, la Sottosezione di Chieri del CAI Torino, grazie anche ad un contributo del Rotary Club di Chieri, realizzò numerosi lavori che portarono ad un ulteriore ampliamento e all'adeguamento funzionale della struttura. Infine nel triennio 1996-1998 venne demolita e ricostruita la parte più vecchia del rifugio.

Apertura:
Sempre aperto.


Gestione:
Da metà luglio all'ultima domenica di agosto. Nei fine settimana da metà giugno a metà luglio e di settembre.


Accesso estivo:
Dal lago di Malciaussia (comune di Usseglio - 1805 m), con sentiero, difficoltà E, tempo 2h 30'


Accesso invernale:
Da Margone (frazione di Usseglio - 1410 m), con sentiero, difficoltà E, tempo 4h (solo con neve ben assestata).


Eventi ed altro:
Ogni anno, a metà luglio, Festa della Montagna. Il rifugio è dotato di telescopio per le osservazioni astronomiche.


Gite escursionistiche con partenza dal rifugio:

  • Pointe du Ribon (3527 m), difficoltà EEA, tempo 3h.
  • Traversata al Rifugio Cibrario (2616 m), difficoltà EE, tempo 4h 30'.
  • Traversata al Rifugio Stellina (2600 m), difficoltà EEA, tempo 3h 30'.

Gite alpinistiche con partenza dal rifugio:

  • Rocciamelone (3538 m).
  • Traversata Pointe du Ribon - Col des Alpins - Bocchetta Avril - Malciaussia (3527 m max).