Prossime escursioni

Nessun evento trovato.

Prossimi Corsi CVL

5° Corso di escursionismo su sentieri attrezzati e vie ferrate

Ottobre
Venerdì
15
Ven, 15. Ottobre 2021, 21:00 h - 23:00 h
CAI Leinì
Corsi Scuola CVL 2021
5° Corso di escursionismo su sentieri attrezzati e vie ferrate Il corso si pone quale finalità oltre all’educare alla conoscenza, al rispetto, alla tutela e alla frequentazione consapevole ed in sicurezza dell’ambiente montano su sentieri attrezzati e vie ferrate. L’ammissione al corso è ad insindacabile giudizio del Direttore. Trasmettere le nozioni culturali,…

Prossime escursioni Gruppo Pista Fioca

Monte Camino

Dicembre
Domenica
19
Dom, 19. Dicembre 2021
Gruppo Pista Fioca 2021
Monte Camino Oropa (BI ) Monte Camino 2397 mt. - Dislivello 1217 mt. MR

Prossime escursioni Amici de Ferro

Due giorni in Francia

Ottobre
Sabato
16
Sab, 16. Ottobre 2021 - Dom, 17. Ottobre 2021
Gruppo Amici de Ferro 2021
Due giorni in Francia FERRATA LES ROCHERS DE LA CLAPIERE 1980 mt. – da Ceillac - Dislivello 30 mt. PD/AD FERRATA DES MARCELLINAS 1700 mt. – da Serre-Poncon - Dislivello 100 mt. PD/AD FERRATA LA CASCADE 1700 mt. – da Serre –Poncon - Dislivello 100 mt. AD FERRATA LES GORGE DE LA DURANCE - 1050 mt. – da L’ Argentiere …

Ferrata di Pont Canavese

Novembre
Sabato
13
Sab, 13. Novembre 2021
Gruppo Amici de Ferro 2021
Ferrata di Pont Canavese Valle dell’ Orco (da Pont Canavese ) FERRATA DI PONT CANAVESE 930 mt – Dislivello 400 mt. AD/D

Prossimi eventi

Nessun evento trovato.

Venerdì 30 e Sabato 31 Luglio 2021 - 4° ascensione alpinistica del gruppo Amici de Ferro oltre confine.

Destinazione Francia, Delfinato nello splendido scenario del circolo del Glacier Blanc. Obbiettivo salire il Dome de Neige des Ecrins 4.015 mt.

Arrivati al parcheggio di Prè de Madame Carle, in pieno acquazzone, ci siamo incamminati appena possibile, facendo lo slalom tra una nuvola e l’altra che ogni tanto ci innaffiava senza esagerare, provvidenziale la tappa intermedia al rifugio du glacier Blanc, che ci ha evitato la scarica peggiore della giornata. Proseguendo ulteriormente lungo il bordo della seraccata, sino a raggiungerla e percorre il ghiacciaio, cercando il percorso più idoneo per arrivare al rifugio de Ecrins, luogo dove abbiamo consumato l’attesa del giorno e meglio della notte per la nostra ascensione. Il giorno dopo sveglia alle 2 e 30 e pronti a partire un‘ora dopo, lungo trasferimento con poca pendenza, fino al fondo dell’ ampio circolo glaciale e da qui inizia la lunga e ripida salita, in uno scenario ossessionate circondato da seracchi imponenti, sferzati da vento particolarmente intenso sulla parete terminale della salita, alle 8 e 20 raggiugiamo la cima sulla quale ci siamo fermati a fare qualche foto stando inginocchiati, Minacciati dall’arrivo del brutto tempo previsto, abbiamo completato la discesa in tempo utile per arrivare sulla parte più sicura del ghiacciaio prima che iniziasse a nevicare.

La discesa se pur lunga, solo la parte di ghiacciaio supera i 6 chilometri, non ha destato preoccupazione, eravamo troppo pieni di energia e paghi della cima conquistata nella finestra meteo disponibile.